E se in Francia la sorpresa arrivasse da sinistra? Melenchon mai così in alto nei sondaggi

In Francia si terrà fra due settimane il primo turno delle elezioni presidenziali, che determinerà quali saranno i due sfidanti che al ballottaggio si contenderanno la guida dell’Eliseo, il prossimo 7 maggio.

Il centrista Emmanuel Macron e la leader del Front National, Marine Le Pen, sono da settimane i due candidati favoriti alla vittoria del primo turno, ma viaggiano nei sondaggi su numeri più bassi rispetto ai mesi scorsi e vengono dati entrambi sotto al 25%.

Il centrodestra paga la scelta di Francois Fillon di non ritirarsi per dare spazio ad Alain Juppé, dopo gli scandali che hanno investito lui, la consorte ed i figli, fatti risultare come collaboratori parlamentari e lautamente retribuiti dallo stato per lavori mai svolti. La vittoria di Fillon, fino allo scorso dicembre, veniva data per scontata, mentre ora il candidato del centrodestra viaggia sotto il 20% nei sondaggi e sarà molto probabilmente il primo candidato del centrodestra francese incapace di raggiungere il ballottaggio alle elezioni presidenziali.

Per il Partito Socialista si è esaurito l’effetto Hamon. Il deputato che è riuscito a sconfiggere l’ex primo ministro Manuel Valls alle primarie del centrosinistra, dopo aver viaggiato per settimane attorno al 15% viene dato ora sotto al 10%.

Ad approfittare della crisi del candidato socialista è soprattutto il candidato della sinistra radicale, Jean-Luc Melenchon. L’ex Presidente del Partì de la Gauche ha ben figurato in entrambi i dibattiti televisivi che hanno visto coinvolti i candidati all’Eliseo, e viene dato dagli ultimi sondaggi al 19%, alla pari con il candidato del centrodestra Fillon.

Al ballottaggio il centrista Macron dovrebbe riuscire ad ottenere oltre il 60% contro la leader della destra francese, e circa il 70% contro il candidato del centrodestra Fillon, risultando così al momento il favorito alla successione di Francois Hollande alla Presidenza di Francia. In un ballottaggio fra Fillon e Le Pen dovrebbe spuntarla l’ex primo ministro, ma la leader della destra europea viene data sopra al 45% da diversi sondaggi.

Il candidato della sinistra radicale Melenchon viaggia su ottime percentuali anche nei sondaggi riguardanti il secondo turno. Melenchon dovrebbe essere in grado di sconfiggere al ballottaggio Fillon con oltre il 60% e Le Pen con oltre il 65%, mentre viene dato perdente contro il candidato centrista Macron. Anche il candidato socialista Hamon dovrebbe essere in grado di superare al ballottaggio i candidati del centrodestra e della destra francese ma non Macron.

Melenchon ha recuperato nelle ultime due settimane circa 6 punti percentuali. Se sarà in grado di ottenerne altri 4 nelle prossime due, vi sono molte probabilità che riesca a contendersi la Presidenza di Francia con uno fra Macron e Le Pen al secondo turno. In caso contrario saranno molto probabilmente loro due a giocarsi la guida dell’Eliseo, con l’ex ministro ampiamente favorito per la successione di Francois Hollande.